TFH

Salute e Bellezza

Addominoplastica

Addominoplastica - Immagine principale

Addominoplastica introduzione

L’addominoplastica è una delle più popolari procedure eseguite oggi. Secondo le statistiche ufficiali ISAPS, in riferimento all’anno 2014 in tutto il mondo l’addominoplastica si colloca tra i primi 5 interventi di chirurgia estetica dell’addome più richiesti dalle donne. Tra il 1997 e il 2001 il numero di interventi di addominoplastica è salito del 72% e la tendenza continua ad aumentare.
L’intervento di addominoplastica è una soluzione ideale per rimuovere la pelle indesiderata dalla zona dello stomaco, migliorando il suo aspetto generale. La pelle può allungarsi finché non perde la sua elasticità. Quando questo accade, essa non può più ritornare alla sua forma originale.
Un'addominoplastica aiuta a restringere i muscoli essenziali dello stomaco che nel corso del tempo si sono allentati, deteriorati o staccati a causa della gravidanza e di fluttuazioni di peso. Aiuta anche ad appiattire e rimodellare l'addome, e correggere addome sporgente sproporzionato rispetto al resto del corpo. In alcuni casi l’addominoplastica può anche contribuire a migliorare le smagliature, soprattutto se si trovano sotto l'ombelico.
Durante l'intervento, l'eccesso di pelle e grasso vengono rimossi. Un chirurgo esperto può anche tirare i muscoli addominali cucendo i muscoli insieme a formare una sorta di cintura interna. Questa procedura è diversa dalla liposuzione, che rimuove i depositi di grasso. Tuttavia, entrambe le operazioni scolpiscono e ridefiniscono i contorni della figura.
L’addominoplastica è considerato un intervento di chirurgia maggiore e non può sostituire una dieta regolare e l’esercizio fisico. Questa operazione deve essere eseguita solo dopo che tutti gli altri metodi sono stati provati, e quando il peso si è stabilizzato. Se la maggior parte delle operazioni di addominoplastica vengono fatte per ragioni estetiche, vi sono anche casi di persone che si sottopongono a questo intervento per ragioni di carattere medico, come quando vengono consolidati e ricompattati i muscoli addominali indeboliti, spesso responsabili di problemi medici come il mal di schiena. In tal caso l’addominoplastica viene usata come chirurgia ricostruttiva.
L’addominoplastica costa più di una liposuzione e richiede tempi di recupero più lunghi. I risultati duraturi dovrebbero essere accompagnati da un esercizio fisico costante e seguendo un regime dietetico salutare. Sia gli uomini che le donne possono fare una addominoplastica.

Addominoplastica e il candidato ideale per l’intervento

Il miglior candidato per un intervento di addominoplastica è una persona che sia in buona salute sia emotivamente che fisicamente, che abbia un peso che non si discosti oltre 11 kg dal suo peso ideale, un non-fumatore, e che abbia ragionevoli aspettative riguardo ai risultati dell’intervento.
Uomini e donne che hanno la pelle flaccida e il grasso concentrato nell'addome possono beneficiare di una addominoplastica. Ma se vi è l’ intenzione di rimanere nuovamente incinta o di perdere ancora peso, si dovrebbe evitare di sottoporsi a questa operazione almeno fin quando non sono stati raggiunti gli obiettivi desiderati: quando si è terminato di fare figli e quando si è raggiunto un peso stabile.
Questa procedura è stata eseguita con successo su molti pazienti precedentemente obesi che avevano perso la maggior parte della elasticità della loro pelle e volevano rimuovere le residue tasche di grasso.

Mini addominoplastica

Addominoplastica per trattare tutto l'addome o mini addominoplastica per trattare soltanto l'area sotto ombelicale. Immagine di onna con addome lasso, e donna con lassitÓ circoscritta ad area sotto ombelicale. In questa immagine a sinistra un addome da trattare con l'addominoplastica tradizionale, ossia completa, a destra un addome con accumulo adiposo ed eccesso di pelle circoscritti alla zona sotto ombelicale che può essere trattato con una mini-addominoplastica, ossia addominoplastica parziale.

La mini addominoplastica, o addominoplastica parziale, viene usata per trattare i depositi di grasso situati sotto l'ombelico o per rimuovere le piccole eccedenze di pelle che vanno a formare il famigerato “grembiulino”. Nel corso di questa procedura chirurgica l'ombelico rimane generalmente nello stesso posto, dunque non viene spostato come nell’ addominoplastica completa. La lunghezza dell'incisione per questo intervento è solitamente inferiore a quella di un normale addominoplastica e permette un recupero molto più veloce. L’intervento di mini addominoplastica inizia con una piccola incisione sopra la zona pubica. L’eccesso di pelle viene poi tagliato e rimosso ed i due lembi di pelle vengono riattaccati, ottenendo un addome piatto e più compatto. Questa operazione è più efficace per chi vuole rimuovere la pelle flaccida nella zona del basso addome.

Come devo prepararmi per l’intervento di addominoplastica?

Se fumate, è necessario smettere di fumare. Si dovrebbe smettere di fumare circa 6 settimane prima dell'operazione. Diminuire il fumo non è sufficiente, in quanto la nicotina ed il fumo interferiscono e rallentano il processo di guarigione ed aumentano anche la possibilità di altre complicazioni mediche.
Solitamente dunque il chirurgo consiglia di smettere completamente di fumare e non di limitarsi a fumare meno. Il medico inoltre dà le istruzioni su quali farmaci e integratori è possibile continuare a utilizzare e quali eventualmente dovreste smettere di assumere. È possibile dunque che se assumete dei farmaci o dei particolari integratori questi debbano essere del tutto sospesi per un certo periodo prima dell'intervento. Un esempio di farmaco da sospendere è l’aspirina.

Addominoplastica post intervento

Seguire una dieta equilibrata è un fattore importante che contribuisce alla guarigione. È necessario introdurre un buon introito di proteine ​​nella vostra dieta per le prime 3 a 5 settimane successive all’addominoplastica, e mangiare fibre per evitare la stitichezza. I pazienti devono prepararsi ad un lungo periodo di guarigione dopo l’addominoplastica. Per quanto riguarda il peso corporeo, è necessario evitare di fare cure dimagranti. Una rapida perdita di peso può infatti essere insalubre perché abbassa le difese del sistema immunitario e accentua il rischio di infezioni dopo l'operazione.

Addominoplastica intervento

Muscoli addominali prima e dopo addominoplastica. I muscoli addominali vengono serrati mediante cuciture che li avvicina rendendo la parete addominale solida e piatta.

Vi sono diversi tipi di procedure di addominoplastica. I tempi chirurgici variano a seconda di quale intervento chirurgico si adotterà per ottenere i migliori risultati  desiderati. Un’addominoplastica completa può richiedere fino a 5 ore di intervento, mentre la versione meno invasiva, l’addominoplastica parziale o mini, può durare un paio d’ore.
Il primo passo è di eseguire un’ anestesia generale sul paziente. Successivamente viene creata un’incisione orizzontale appena sopra la zona pubica. La lunghezza dell'incisione dipende dall'anatomia del ventre, dal tipo di indumenti intimi o costumi da bagno che preferite, e da quanta pelle viene rimossa. Se vi è eccessiva pelle flaccida intorno all’ ombelico, viene fatta una seconda incisione intorno ad esso per rimuovere la pelle supplementare.
La pelle smagliata può essere rimossa e le restanti smagliature vengono appiattite e migliorate. È importante avere aspettative realistiche sulle cicatrici ed i segni che resteranno dopo l’intervento. Il loro aspetto potrebbe non migliorare quanto si sperava.
Vi sono diversi tipi di addominoplastica che risolvono problematiche diverse. Dal momento che variano in complessità e predispongono a tempi di guarigione diversi, il chirurgo estetico consiglia il miglior intervento chirurgico per i risultati che desidera il paziente.
Un’addominoplastica completa è un intervento complesso e invasivo. Si inizia con un'incisione che parte da dall’osso dell'anca a quello dell’altra anca sul lato opposto, ed è seguita da una seconda incisione che separa l’obelico dalla zona circostante. Questa pelle tagliata dall’incisione viene poi staccata dal muscolo e dal grasso sottostante. Le pelle viene poi sollevata dalla zona di incisione fino alle costole. I muscoli verticali in questo settore vengono riavvicinati cucendoli insieme. Questo rende la parete addominale più solida e il girovita più stretto. Il chirurgo poi si sbarazza della pelle in eccesso, ricolloca la pelle restante nella nuova posizione e crea una nuova posizione anche per l’ombelico. Infine il chirurgo plastico inserisce un tubo di drenaggio sotto la pelle per un paio di giorni per drenare qualsiasi accumulo di liquidi. Talvolta è necessario applicare una medicazione o indossare un indumento di compressione sopra la zona operata.

Intervento di addominoplastica circonferenziale

L’addominoplastica circonferenziale differisce da una addominoplastica tradizionale.
L’addominoplastica circonferenziale tiene conto della zona dello stomaco e anche dei fianchi, della schiena  e della vita. Questo intervento rimuove la pelle lassa che ha perso la sua elasticità e che è localizzata intorno all'addome, ai glutei, alle cosce e alla pancia. Permette anche il riposizionamento dei muscoli per un aspetto più solido.
L’intervento inizia con un'incisione intorno alla vita che consente di rimuovere l’eccesso di pelle e di grasso. Il chirurgo poi unisce il tessuto cutaneo superiore con il tessuto cutaneo inferiore in modo da ottenere una silhouette più compatta.

Quando evitare l’addominoplastica

Se siete fumatori o vi siete esposti recentemente al fumo passivo dovreste evitare l'intervento chirurgico di addominoplastica. Il fumo diminuisce il flusso di sangue ai tessuti del corpo, il che si traduce in una guarigione delle ferite prolungata, perdita di pelle, infezioni, ingrandimento delle cicatrici, oltre a una pletora di altre complicazioni correlate. Chiunque abbia intenzione di perdere peso, dovrebbe evitare l’addominoplastica perché potrebbe ritrovarsi dopo poco tempo dall’intervento ad avere ancora pelle flaccida in eccesso, vanificando i risultati dell’intervento stesso. L’operazione di addominoplastica dovrebbe essere dunque rimandata fino a quando il paziente non abbia raggiunto il peso desiderato. Qualsiasi donna che prevedesse di rimanere incinta in un futuro più o meno prossimo dovrebbe rinviare l’intervento a dopo la gravidanza.

Addominoplastica con liposuzione

L’addominoplastica e la liposuzione sono spesso eseguite contemporaneamente. Prima dell’operazione il chirurgo estetico stabilisce la quantità di grasso che dovrebbe essere rimossa. Durante l’intervento verrà dapprima eseguita una liposuzione dell’addome per rimuovere il grasso in eccesso, poi sarà eseguita l’addominoplastica tradizionale o la mini addominoplastica, a seconda delle circostanze.

Addominoplastica guarigione

Dopo l’operazione di addominoplastica avrete bisogno che qualcuno vi riaccompagni a casa, per cui dovreste organizzarvi in tempo prima dell’intervento. Avrete probabilmente bisogno anche di qualcuno che a casa vi assista per i primi 1-2 giorni dopo l’intervento. Nel periodo di guarigione, dovreste fare anche dei controlli periodici a cadenza settimanale. Indossare indumenti compressivi contribuisce a stringere i muscoli e a favorire la guarigione delle ferite, quindi dovrebbero essere messi dopo l'intervento chirurgico. Talvolta viene riportato che alcuni pazienti hanno sbalzi d'umore dopo l'operazione di addominoplastica, altri diventano depressi, altri ancora iperattivi. I pazienti devono tenere a mente che dopo un’operazione di tale entità i cambiamenti di umore sono possibili. È molto importante evitare di sollevare carichi pesanti o di fare esercizi fisici durante il periodo di guarigione.
Di seguito un breve elenco degli accorgimenti da prendere prima dell’intervento di addominoplastica per quando sarete tornati a casa:

  • Organizzatevi affinché qualcuno si prenda cura dei vostri animali domestici, se li avete.
  • La biancheria da letto deve essere confortevole e con coperte calde, in quanto l’anestesia dà i "brividi" dopo l'intervento chirurgico.
  • Acquistate tutti i farmaci e le medicazioni necessarie.
  • Dovreste avere delle luci da illuminazione notturna durante la notte poiché i farmaci possono a volte disorientare.
  • Mettete tutto ciò di cui avrete bisogno ad altezza d’anca, in modo che non siate mai costretti a sollevare o raggiungere qualcosa che vi serve.
  • Procuratevi abiti larghi e comodi, come t-shirt extra large, pantaloni della tuta o da pigiama larghi.
  • Riunite le cose che vi intratterranno mentre guarite. Ad esempio, film, videogiochi, libri, riviste, musica, computer portatile, ecc.
  • Lavate i capelli la sera prima dell'intervento. Potrebbero passare un paio di settimane prima di poter fare un’altra doccia.
  • Acquistate cibi e snack che possano alleviare la nausea ( cracker, pane tostato… ).
  • Prendete almeno due settimane di sospensione dal lavoro.
  • Se è possibile, trovate un assistente personale, un membro della famiglia, un infermiere o un amico che vi stia sempre vicino.
  • Tenevi in contatto con il chirurgo plastico, anche per far fronte ad eventuali complicazioni. Non abbiate paura di chiamarlo in qualsiasi momento.
  • Ricordate che il vostro benessere dovrebbe essere l'unica cosa che conta.
  • Allestite una camera in cui soggiornerete che si trovi vicino ad un bagno.

I tempi di guarigione dall’addominoplastica variano da paziente a paziente. L’età, le condizioni di salute, l'elasticità della pelle sono tutti fattori che contano e che influenzano notevolmente i tempi di guarigione. Il giorno dopo l'intervento i pazienti devono fare brevi passeggiate per favorire la circolazione sanguigna che è di aiuto nella guarigione. Tuttavia, non è ancora possibile stare in piedi dritti sul busto. Durante i primi giorni evitate di stare seduti per lunghi periodi di tempo. Alcune attività dovrebbero essere limitate durante le prime settimane di recupero. Tendersi, piegarsi e sollevare sono tutte attività che devono essere evitate in quanto questi movimenti possono provocare un aumento del gonfiore e sanguinamento. Le cicatrici guariscono e si dissolvono col passare del tempo; anche se in un primo momento potrebbero cambiare di colore da rosa ad un colore più scuro. Alcuni segni dell’incisione rimarranno permanentemente.
I medici generalmente prescrivono farmaci per via orale per alleviare il dolore o il disagio. Potreste avere una sensazione di tensione, come se qualcosa vi tirasse l’addome, ma le vesti di compressione sono di aiuto nel ridurre il gonfiore. Potrebbero anche apparire lividi e intorpidimento della pelle, nella zona compresa tra l'ombelico e la ferita. Nelle ferite saranno posti dei tubi di drenaggio per aiutare a prevenire l'accumulo di liquidi.

Addominoplastica complicazioni e rischi

Come per qualsiasi intervento chirurgico, anche l’addominoplastica comporta rischi, effetti collaterali e complicanze. Potrebbero comparire gonfiore, lividi e dolore dopo l'intervento chirurgico. Anche emorragie, infezioni, reazioni / effetti collaterali dell'anestesia sono tutte possibili. I dolori possono anche diventare forti, in tal caso il medico può prescrivervi antidolorifici per aiutarvi a gestirlo meglio. Il dolore può durare per settimane e in alcuni casi per mesi. Anche l’intorpidimento è un effetto collaterale comune, e può durare fino a un anno. Il chirurgo vi consiglierà il modo migliore per prevenire questo tipo di complicazioni. Dovrebbe essere tenuto di conto che molto probabilmente le cicatrici risultanti dall’intervento di addominoplastica rimarranno in parte sempre percettibili.
Un’addominoplastica molto estesa può causare la perdita di tessuto lungo la linea di incisione. Spesso si hanno ematomi nei pazienti che fumano o soffrono di diabete. Questo accade quando i liquidi si accumulano sotto la pelle dopo che sono stati rimossi i tubi di drenaggio. Il liquido può ancora essere rimosso con un ago. Il drenaggio dei liquidi può essere necessario mai oltre 30 giorni.

Quanto costa un’addominoplastica?

Il costo di un’addominoplastica varia da città a città, da stato a stato, e da paese a paese. Il costo può variare a seconda di diversi fattori:

  • Età (del paziente)
  • Il peso
  • Lo stato di salute

In Italia i costi medi di un’addominoplastica variano dai 5000 ai 7000 euro.

Addominoplastica domande frequenti

Quali sono le diverse tecniche per l’addominoplastica?
Varie sono le tecniche impiegate per l’addominoplastica, a seconda della quantità di tessuto da rimuovere così come della posizione e della forma dell’ incisione. La maggior parte dei chirurghi estetici fanno del loro meglio per mettere l'incisione nelle aree del corpo meno visibili. Tuttavia a volte questo non è possibile. Si dovrebbe discuterne con il chirurgo in anticipo.
Come viene eseguita l’addominoplastica?
L’operazione di addominoplastica viene in genere eseguita in anestesia generale. Viene praticata un'incisione attraverso il basso addome, che può andare da fianco a fianco. L'incisione viene messa in modo che possa essere nascosta da uno slip. Questa incisione aiuta ad allentare la pelle e a staccarla dall’ ombelico. Nella maggior parte dei casi l'eccesso di grasso e pelle sotto l'ombelico vengono rimossi.
Dove si trovano le cicatrici di una addominoplastica?
Questo intervento non è privo di cicatrici. Tutto dipende dalla quantità di pelle che deve essere rimossa, da quanto velocemente il corpo guarisce, se le cicatrici del paziente guariscono bene, da quanto è esperto il chirurgo plastico che esegue l’intervento e dalle tecniche impiegate. La maggior parte dei chirurghi sono molto abili nel lasciare una cicatrice che possa essere facilmente coperta da un bikini. Prima dell'intervento di addominoplastica i pazienti dovrebbero discutere con il chirurgo i diversi tipi di incisioni, dove vengono effettuate, le tecniche attuabili.
A che età viene generalmente eseguita l’addominoplastica?
Non c'è un età specifica richiesta per l'addominoplastica. Tuttavia, questa procedura viene generalmente eseguita su donne che hanno partorito e che non hanno intenzione di avere altri figli, o su coloro che hanno perso peso e che non intendono perderne ancora, in modo da avere raggiunto un peso stabile.
Chi è un buon candidato per l’addominoplastica?
Chi versa in condizioni di buona salute, privo di alcuna patologia seria. Deve anche avere aspettative realistiche sul risultato chirurgico; è importante in tal senso che prima dell’intervento chirurgico ne discutiate con il vostro chirurgo in modo da avere aspettative realistiche. Il paziente deve essere mentalmente ed emotivamente stabile dal momento che questo è un intervento chirurgico che richiede pazienza e costanza per superarlo bene.
L’addominoplastica produce molto gonfiore?
Sì, solitamente l’addominoplastica comporta molto gonfiore dopo l’intervento, trattandosi di un’operazione estesa che può richiedere la rimozione di molto tessuto. Il gonfiore tuttavia tende a placarsi in poche settimane.
Quanto tempo durano i risultati?
I risultati di un’addominoplastica possono durare diversi anni, ad eccezione di quei pazienti che dopo l’intervento hanno avuto un incremento eccessivo di peso o delle donne che sono rimaste incinta. Per queste persone i benefici dell’addominoplastica saranno poco apprezzabili. L'età, infine, è un fattore influente in quanto i tessuti tendono a rilassarsi con l’avanzare degli anni.
Quali dovrebbero essere le mie aspettative di guarigione dopo l'intervento chirurgico?
Sarete in grado di camminare e il vostro medico vi incoraggerà a farlo. Fare una breve passeggiata circa tre-quattro volte al giorno è generalmente raccomandato. Sarà difficile che riusciate a stare completamente dritti sul busto e non di rado sentirete la pelle dell’ addome tirare. Il chirurgo vi chiederà di rimanere piegati durante il periodo iniziale di guarigione, per i primi 4-5 giorni. Dal momento che questa posizione può comportare disagio e spasmi alla schiena è sempre consigliato chiedere al chirurgo dei miorilassanti.

 

Incisioni e disegno nuove posizioni

A sinistra immagine che illustra dove vengono effettuate le incisioni nell'addominoplastica. A destra immagine che evidenzia le nuove posizioni: l'ombelico viene riposizionato e viene tratteggiata la linea di taglio della pelle e grasso eccedenti.

Addominoplastica - Disegno nuove posisizioni: ombelico e taglio pelle

Addominoplastica incisioni e tagli


Link esterni