TFH

Salute e Bellezza

Labioplastica

Labioplastica - Immagine principale

Introduzione alla labioplastica

Labioplastica

La labioplastica è l’intervento chirurgico  che riduce le dimensioni delle grandi e piccole labbra vaginali, pliche cutanee che  circondano la vulva della donna. La ricerca mostra che il 38% delle donne che richiedono questo tipo di intervento vuole correggere una compromissione funzionale. In tal senso, la labioplastica funziona sia come chirurgia estetica che come chirurgia correttiva. I medici non dovrebbero operare donne con malattie sessualmente trasmissibili. Queste pazienti richiedono un ginecologo, non un chirurgo plastico. Dal momento che le labbra della vagina variano in termini di dimensioni e consistenza, il chirurgo deve determinare l’entità ideale della riduzione della labbra.

I vantaggi della labioplastica

La labioplastica ha due vantaggi principali. Migliora l'igiene e la simmetria; e può anche accrescere un maggior senso di sicurezza in alcune pazienti. Questo intervento riduce l'irritazione che può essere provocata dall’indossare indumenti stretti. Può anche eliminare il disagio fisico che alcune donne lamentano durante lo svolgimento di talune attività, di certi esercizi, o durante i rapporti sessuali. Inoltre, molte pazienti riferiscono di raggiungere l'orgasmo più velocemente dopo la labioplastica.

Quanto tempo durano i benefici di una labioplastica?

La labioplastica riduce le labbra vaginali solitamente con effetto per tutto l’arco della vita della paziente. Il parto non vanifica l'intervento chirurgico. È un dato di fatto, peraltro, che la labioplastica tende a rendere più facile il parto.

I candidati ideali per la labioplastica

I candidati ideali non devono avere malattie sessualmente trasmissibili. Di solito, sono le donne che soffrono di cambiamenti dopo la nascita di un figlio o che sono andate incontro ad una perdita di peso notevole a richiedere la labioplastica. Il paziente deve essere in buona salute e non fumatore. Se fumatore, deve interrompere almeno tre settimane prima dell'operazione. Pazienti di qualsiasi età possono sottoporsi ad una labioplastica. Per gli adolescenti, è necessario il consenso dei genitori. La paziente non deve avere le mestruazioni il giorno dell'intervento.

Labioplastica: procedure e tecniche

Sistema riproduttivo femminile

A seconda della procedura, il chirurgo può ricorrere all’anestesia locale o generale. Normalmente l'operazione di labioplastica dura un'ora. Il chirurgo applica una soluzione anestetica sulle labbra vaginali. Poi esegue l’incisione sulle grandi o piccoli labbra rimuovendo la quantità di pelle, mucosa ed eventualmente grasso in eccesso. Infine, sutura la ferita.

La labioplastica può essere eseguita in cinque modi diversi a seconda della zona che richiede la correzione.

Resezione del bordo

In questa procedura, il medico rimuove chirurgicamente la pelle in eccesso dai bordi delle piccole labbra. Talvolta, il chirurgo utilizza un morsetto applicato all'area che deve essere trattata. Il morsetto arresta il flusso di sangue alla zona e permette al chirurgo di suturare la ferita. Questa tecnica permette un controllo completo dei bordi delle labbra.
La ferita lineare può anche essere utilizzata per modellare i contorni dei tessuti attorno al prepuzio del clitoride. Di contro, questa tecnica comporta la rimozione delle pieghe dei bordi liberi delle piccole labbra. Senza tali pieghe le piccole labbra appaiono innaturalmente perfette. Essa può anche provocare un intorpidimento dei nervi delle labbra e portare ad esposizione dei tessuti più interni.

Resezione del bordo centrale:

Questo metodo di labioplastica comporta il taglio e la rimozione del tessuto più spesso dal segmento più spesso delle piccole labbra. Questa tecnica preserva le pieghe naturali delle piccole labbra. Quando utilizzata con una plastica a Z, produce una cicatrice chirurgica più raffinata. Tale tecnica chirurgica può intorpidire i nervi delle labbra. Essa ha anche un maggior margine di errore. Il chirurgo può rimuovere troppo o troppo poco dei lembi delle labbra vaginali.

Disepitelizzazione:

Questa tecnica di labioplastica comporta il taglio del tessuto di superficie delle piccole labbra. Il chirurgo esegue l’incisione nell’area centrale e posteriore dei tessuti delle labbra. Questo taglio può essere effettuato con un bisturi o un fascio laser. Tale procedura di labioplastica preserva le pieghe naturali e la piena sensibilità. Tuttavia la larghezza delle labbra potrebbe aumentare. Se ciò dovesse verificarsi il paziente può richiedere una seconda operazione per conseguire la riduzione completa.

Labioplastica con rimozione del prepuzio clitorideo:

In questa tecnica chirurgica di labioplastica, il prepuzio del clitoride viene asportato. Il medico sutura il prepuzio in un disegno a V e modella la pelle in modo da conferirle una forma a Y. Anche i tessuti delle labbra risultano più tesi.

Labioplastica laser:

Questa procedura di labioplastica combina la disepitelizzazione con il laser. Invece di utilizzare un bisturi, tale tecnica impiega i raggi laser. L'unico svantaggio avviene quando il laser rimuove troppa epidermide labiale.

Labioplastica rischi

Sistema riproduttivo femminile: salute

Ci sono alcuni rischi associati a questo piccolo intervento chirurgico:

  • Emorragie, infezioni, ematomi, coaguli di sangue e batteri
  • A volte la ferita si apre
  • Nel peggiore dei casi il paziente può avvertire intorpidimento temporaneo o permanente che interessa la zona delle labbra vaginali
  • Il clitoride può apparire più grande
  • Le labbra vaginali possono diventare asimmetriche, rugose, scolorite o gonfie
  • Fastidio durante i rapporti sessuali

In preparazione all’intervento di labioplastica

In preparazione all’intervento di labioplastica la paziente ha bisogno di un certificato di buona salute. Ci si deve lavare accuratamente la zona che sarà trattata. Prima di sottoporsi all’ intervento chirurgico di labioplastica la paziente deve interrompere l'assunzione di aspirina o di qualsiasi altro farmaco che possa causare sanguinamento. Come già anticipato, si raccomanda di smettere di fumare entro almeno due/tre settimane dall’intervento. Infine, è importante che la paziente si organizzi in tempo in modo da avere qualcuno a casa che l’assista dopo l’intervento chirurgico.

Labioplastica, giorno dell’intervento

Il giorno dell’intervento di labioplastica l'anestesista applica un blando sedativo. Quando la paziente si addormenta, il medico inietta un anestetico locale. Non appena l'anestesia ha effetto inizia l'intervento chirurgico di labioplastica. Dopo l’operazione la paziente vien fatta riposare per una o due ore, e poi dimessa e può tornare a casa. Se la paziente lo desidera, le può essere consentito di rimanere durante la notte.

Guarigione dopo la labioplastica

La paziente può tornare al lavoro dopo quattro giorni dalla labioplastica. Quanto più semplice è la procedura, tanto più breve è il tempo di guarigione. Movimenti faticosi dovrebbero essere evitati per almeno un mese. Anche i rapporti sessuali dovrebbero essere evitati per sei settimane. Il primo giorno dopo l’intervento di labioplastica la paziente deve avere qualcuno che si prenda cura di lei. In quel giorno non dovrebbe mai alzarsi dal letto. È importante anche non saltare gli appuntamenti di controllo successivi con il chirurgo plastico. Durante il periodo di guarigione il chirurgo deve monitorare la ferita, come si rimargina e guarisce. Può anche determinare se la paziente ha bisogno di ulteriori revisioni. Se durante questo primo periodo di guarigione la paziente ha il ciclo mestruale è importante che non indossi assorbenti interni, né deve indossare abiti stretti o tanga. Il gonfiore di solito dura da 1 a 4 mesi.

Labioplastica costo

I costi di una labioplastica variano mediamente dai 2.500 ai 5.000 euro. Quando la procedura richiede una riduzione sia delle grandi labbra che delle piccole labbra i prezzi possono salire fino a 10.000 euro. In conclusione i prezzi variano in base alle esigenze della paziente e all'esperienza del singolo chirurgo plastico.

Domande frequenti sulla labioplastica

Molte donne preferiscono eseguire entrambe le procedure insieme. I chirurghi possono ridurre le dimensioni delle labbra e contestualmente eseguire un intervento che ripristini i tessuti vaginali dilatati (ad esempio a seguito di gravidanze plurime). Tuttavia, sta alla paziente decidere se avere le procedure insieme o separatamente.

Metodo Wedge Pro: Il metodo wedge produce cicatrici trasversali, di circa 1/3 centimetri. Contro: Questa tecnica può essere eseguita solo nella zona mediana delle labbra e richiede 2 incisioni del clitoride. Si estende a porzioni più profonde della labbra e crea un bordo visibile. Metodo Trim Pro: Con questa tecnica possono essere trattate le labbra interamente. È richiesta soltanto un’incisione nel prepuzio clitorideo. Questa tecnica può essere utilizzata per operare in un’area non eccessivamente irrorata dal sangue. Metodo Trim Contro: questa tecnica produce una cicatrice lineare visibile.

Non crediamo che il medico li abbia cuciti insieme di proposito. A volte, durante il parto, i tessuti delle labbra si danneggiano. Durante il periodo di guarigione, le labbra possono andare ad attaccarsi ed unirsi. Succede raramente, ad ogni modo è un problema che può essere facilmente corretto. Semplicemente, il chirurgo plastico crea un'incisione tra le due labbra. Il risultato finale produce due labbra separate e più piccole. Non è necessaria l’anestesia generale per questa procedura. La paziente può avere un po’ di disagio nei primi giorni successivi all’intervento di correzione, ma in breve tempo si ridurrà fino a scomparire.

Alcune donne richiedono la labioplastica perché si vergognano delle dimensioni delle grandi labbra, o di come sporgono le piccole labbra o ancora si sentono a disagio durante i rapporti sessuali o quando fanno attività fisica. Altre semplicemente odiano l’aspetto delle labbra vaginali. Se si rientra all'interno di uno di questi scenari, la labioplastica è certamente la soluzione indicata.

Se la paziente è minorenne è necessario il consenso dei genitori. Tuttavia, si suggerisce di rivolgersi a chirurghi di esperienza per i bambini sotto ai 15 anni. Ad ogni modo, in nessun caso i genitori possono costringere i loro bambini a sottoporsi ad un intervento di labioplastica.

A seconda della tecnica di labioplastica, si possono avere rapporti sessuali anche dopo tre settimane. Se il chirurgo proibisce di avere rapporti sessuali per sei settimane, suggeriamo di seguire la sua prescrizione. Nel peggiore dei casi i punti di sutura possono aprirsi causando forte sanguinamento. I rapporti sessuali praticati nel primo periodo di guarigione possono risultare particolarmente dolorosi.


Labioplastica prima e dopo

Grandi e piccole labbra ipertrofiche - Intervento correttivo di labioplastica prima e dopo

Labioplastica prima dopo

Labioplastica prima e dopo