TFH

Salute e Bellezza

Otoplastica

Otoplastica - Bambino con orecchie a sventola

Otoplastica Introduzione

L’ otoplastica è l’ intervento chirurgico estetico che rimodella le orecchie per migliorarne l’ aspetto. La maggior parte dei pazienti in cerca di una otoplastica lamentano il difetto più comune delle orecchie troppo sporgenti, anche dette “orecchie a sventola”. In otoplastica il chirurgo estetico usa suture permanenti per rimodellare delicatamente l'orecchio nella creazione di un profilo tridimensionale naturale. Tutte le incisioni della otoplastica sono nascoste nella piega dietro l'orecchio.
L’ otoplastica è una delle procedure più comuni per i bambini di età superiore ai cinque anni. Tuttavia, sia i bambini che gli adulti possono beneficiare di un intervento chirurgico di otoplastica per riposizionare le orecchie, riportandole in una proporzione adeguata alle dimensioni e alla forma del viso e della testa. In otoplastica le orecchie possono essere rimodellate, ridotte di dimensioni, o rese più simmetriche. Il chirurgo estetico non taglia la cartilagine, ma piuttosto rimodella delicatamente per creare un risultato naturale.

Durante la consultazione, il chirurgo esamina la struttura delle orecchie e discute le alternative disponibili per correggere i difetti. L’ otoplastica, non essendo un intervento di carattere funzionale bensì soltanto estetico, non altera la capacità uditiva.
Se state pensando di sottoporvi ad una otoplastica per voi o vostro figlio, le informazioni presenti in questa pagina sperano di darvi una comprensione di base della procedura: quando può essere di aiuto, come viene eseguita, e quali risultati ci si può aspettare. Non è possibile rispondere a tutte le vostre domande, dal momento che molto dipende dalle circostanze individuali. Pertanto è indispensabile rivolgersi al proprio chirurgo estetico per avere risposta a tutto ciò che vi preme sapere.

Otoplastica rischi

Quando l’ otoplastica è eseguita da un chirurgo esperto qualificato, complicazioni e rischi sono rari e di solito non di grave entità. Tuttavia, come per qualsiasi operazione, esistono rischi e complicanze anche per questo tipo di intervento.
Una piccola percentuale di pazienti può sviluppare un coagulo di sangue sull'orecchio. Esso può andarsene via da solo o essere estratto con un ago.

Occasionalmente, i pazienti sviluppano una infezione della cartilagine, che può portare alla formazione di tessuto cicatriziale. Tali infezioni sono di solito trattate con antibiotici; raramente è necessario ricorrere alla chirurgia per drenare la zona infetta.

Otoplastica e pianificazione dell’intervento

La maggior parte dei chirurghi estetici raccomandano ai genitori di prestare attenzione a come  i loro figli percepiscono e affrontano l’eventuale disagio di avere le orecchie a sventola; e di non insistere spingendoli all’otoplastica fin quando il bambino non vuole fare la correzione di sua spontanea volontà. I bambini che si sentono di avere un effettivo disagio per le loro orecchie e desiderano fare un intervento di otoplastica sono generalmente più cooperativi durante tutto il processo di cambiamento – in preparazione all’intervento e nella fase successiva di guarigione - e più felici del risultato.
Nel primo incontro, il chirurgo valuterà la condizione del bambino, o vostra se l’otoplastica è rivolta a voi, e raccomanderà la tecnica più efficace. Inoltre vi darà anche istruzioni specifiche su come prepararsi all’intervento chirurgico.
Otoplastica dove
L’intervento di otoplastica è di solito eseguito in regime ambulatoriale in un ospedale, in una struttura chirurgica di un medico, o in un centro di chirurgia indipendente. Talvolta il chirurgo può raccomandare che l’operazione di otoplastica sia fatta con ricovero, nel qual caso è possibile pianificare il pernottamento.

Otoplastica e anestesia

Se il bambino è giovane, il chirurgo può raccomandare l'anestesia generale, in modo da farlo dormire durante tutto l’intervento di otoplastica, per fugare la paura e non lasciare traccia di memoria. Per i bambini più grandi o per gli adulti il chirurgo plastico può preferire l’anestesia locale, combinata con un sedativo, in modo da lasciare il paziente sveglio ma rilassato.

Otoplastica intervento

Otoplastica Intervento

L’otoplastica di solito dura circa due o tre ore, anche se le procedure più complesse possono richiedere più tempo. La tecnica adottata nella procedura dipenderà dal problema.
I pazienti con le orecchie prominenti possono essere divisi in due gruppi:

  • Pazienti con orecchie sporgenti che sono comunque piacevoli per forma e dimensioni
  • Pazienti con le orecchie sporgenti che sono scontenti anche della loro dimensione e / o  forma.

L'otoplastica standard è indicata per il primo gruppo. In questa fattispecie, l'otoplastica prevede l'impostazione delle orecchie in una posizione più vicina alla testa.
In una delle tecniche di otoplastica più comuni, il chirurgo estetico fa una piccola incisione nella parte posteriore dell'orecchio per esporne la cartilagine. Poi la scolpisce e la piega verso la testa. Vengono infine applicati dei punti di sutura non rimovibili per aiutare a mantenere la nuova forma. Occasionalmente, il chirurgo rimuove un pezzo più grande di cartilagine per dare una piega più naturale alle orecchie quando l’otoplastica viene portata a termine.
Un'altra tecnica di otoplastica prevede un'incisione simile nella parte posteriore dell'orecchio. La pelle viene poi rimossa e vengono dati dei punti per piegare la cartilagine su se stessa al fine di rimodellare l'orecchio senza rimuovere la cartilagine stessa.
Si fa attenzione a non sovra correggere l'orecchio in modo che non sia troppo vicino alla testa. Le varie parti dell'orecchio vengono avvicinate alla testa in posizione armonica in modo che il risultato finale sembri naturale - come se non vi sia stato fatto nulla.
Nella maggior parte dei casi l’intervento di otoplastica lascia una cicatrice leggera nella parte posteriore dell'orecchio che sbiadisce nel tempo. Anche quando è un solo orecchio a sporgere, l’otoplastica viene di solito eseguita su entrambe le orecchie per un migliore equilibrio.

Otoplastica con riduzione delle orecchie

In pazienti con orecchie eccessivamente grandi viene eseguita una procedura leggermente diversa. Le orecchie variano molto in dimensioni ma la lunghezza media dell'orecchio di un uomo adulto è di circa 6,35cm e quella della donna leggermente inferiore. Le orecchie dei bambini sono più piccole, ma non di tanto, in quanto le orecchie dopo i 10 anni di età crescono di poco.
Le orecchie vengono ridotte in lunghezza con piccole incisioni e se necessario vengono contestualmente posizionate vicino alla testa. Questa procedura, a seconda che l'otoplastica preveda allo stesso tempo anche un avvicinamento dell'orecchio alla testa, richiede circa 1 ora per orecchio.
L'otoplastica riduttiva è un intervento particolarmente apprezzato perché molti pazienti credono che non si possa fare nulla per risolvere questo tipo di difetto.
Le procedure di otoplastica possono spesso fare la differenza, portando un paziente da uno stato di disagio continuo in cui cerca costantemente di nascondere le orecchie con tagli di capelli e cappelli ad uno stato di totale serenità con il proprio aspetto, sentendosi liberi di portare i capelli in tutti i modi, lunghi o corti che siano, esponendo le orecchie senza la minima preoccupazione.

Accorciamento del lobo

Alcuni pazienti sono scontenti della lunghezza eccessiva dei lobi delle orecchie. Ciò può verificarsi in pazienti giovani, ma è ancora più comune nei pazienti più anziani i cui lobi delle orecchie si sono allungati con l'invecchiamento. Una semplice procedura di otoplastica può essere eseguita in anestesia locale per ridurre e rimodellare il lobo in modo che abbia un aspetto più attraente e, in molti casi, più giovane. Quando i lobi vengono accorciati spesso è necessario spostare il foro del piercing in una posizione più alta in modo che appaia appropriata al nuovo lobo.
Alcuni pazienti vogliono correggere i fori da orecchini troppo allungati o che addirittura si sono strappati completamente attraverso il lobo dell'orecchio. Questi piercing allungati o strappati possono essere riparati con l'otoplastica. Qualche settimana più tardi le orecchie possono essere forate nuovamente.
Alcuni lobi delle orecchie hanno lunghezza e forma corrette, ma si sono sgonfiati con l'età. L'iniezione di materiale filler o grasso nel lobo spesso può trasformare un orecchio rugoso e sgonfio in uno dall'aspetto turgido e più giovanile.
L' accorciamento del lobo è una procedura spesso eseguita da sola, ma può essere effettuata insieme ad una otoplastica o ad un lifting.

Distorsione dell’orecchio dopo un lifting viso

Purtroppo, uno dei risultati più comuni di un intervento di lifting viso non eseguito correttamente è la distorsione dell'orecchio. Poiché le incisioni del lifting vengono fatte intorno e dentro le orecchie, è necessario che il chirurgo presti molta attenzione nell’evitare distorsioni di qualsiasi parte dell'orecchio, della basetta o dell'attaccatura dei capelli intorno all'orecchio.
Quando si verifica una distorsione, è spesso possibile migliorare la situazione. Se il lobo viene tirato verso il basso, ad esempio, con il risultato di una cicatrice visibile intorno ad esso, la guancia può essere sollevata sotto il lobo per correggere la distorsione.

Otoplastica e ritorno alla normalità quotidiana

Nel giro di poche ore dall’intervento chirurgico di otoplastica adulti e bambini si rimettono in piedi e sono pronti ad uscire, anche se in alcuni casi di bambini operati si può scegliere di farli pernottare in struttura fino a quando gli effetti dell'anestesia generale non sono svaniti completamente.
Subito dopo l’otoplastica, la testa del paziente viene avvolta in un bendaggio abbastanza consistente con lo scopo di promuovere al meglio il modellamento delle nuove forme e la guarigione delle orecchie. Le orecchie possono pulsare o anche dolere un poco per qualche giorno dopo l’otoplastica, ma si può alleviare questo malessere mediante farmaci.
Nel giro di pochi giorni dall’otoplastica, le bende ingombranti vengono sostituite da una sorta di fascia per la testa assai più leggera. Assicuratevi di seguire le indicazioni del chirurgo estetico nell’ indossare questo accessorio, soprattutto di notte.
I punti vengono rimossi, o si dissolvono da soli, solitamente entro circa una settimana dall’intervento.
Qualsiasi attività in cui l'orecchio potrebbe essere piegato deve essere evitata per un mese. La maggior parte degli adulti possono tornare a lavorare circa cinque giorni dopo l’otoplastica. I bambini possono tornare a scuola dopo sette giorni o giù di lì, facendo attenzione quando svolgono attività nel parco giochi. Se siete genitori, si consiglia di chiedere all’ insegnante di vostro figlio di tenere d'occhio il bambino per un paio di settimane.
Contattare immediatamente il medico se:

  • Viene la febbre
  • Si verificano eccessivo sanguinamento o gonfiore
  • Per qualsiasi motivo riportate un qualsiasi trauma nell’area operata

Altri difetti delle orecchie

Oltre alle orecchie sporgenti, ci sono una varietà di altri difetti dell'orecchio che possono essere risolti con un intervento di otoplastica. Tra questi: l’ orecchio cadente, quando la punta sembra piegare verso il basso e in avanti; l’ orecchio a coppa, che è di solito un piccolo orecchio;  l’orecchio a conchiglia, quando sono assenti la curva del bordo esterno, così come le pieghe e le linee naturali. L’otoplastica può anche migliorare i lobi grandi o stirati, o lobi con grandi pieghe e linee. I chirurghi plastici possono anche costruire orecchie di sana pianta se sono mancanti per un difetto di nascita o perché sono andati persi durante un infortunio.
A volte, tuttavia, la correzione può lasciare una cicatrice che è peggiore del problema originario. Chiedete sempre al vostro chirurgo quale sia l'efficacia di un intervento chirurgico di otoplastica nel vostro specifico caso.

Orecchie dall’aspetto naturale

La maggior parte dei pazienti, sia che si tratti di adulti che di bambini, sono entusiasti dei risultati dell’intervento di otoplastica. Ma si tenga a mente che l'obiettivo è il miglioramento, non la perfezione. Non vi aspettate che entrambe le orecchie coincidano perfettamente in perfetta simmetria tra di loro, ciò sarebbe improbabile anche in natura. Se avete discusso l’otoplastica e le vostre aspettative con il chirurgo prima dell'operazione, con probabilità sarete abbastanza soddisfatti del risultato.