TFH

Salute e Bellezza

Mastopessi

Mastopessi - Immagine principale

Introduzione alla mastopessi

Un lifting del seno, ossia il sollevamento del seno, anche comunemente noto come mastopessi, è l’ intervento di chirurgica estetica utilizzato per migliorare l'aspetto del seno cadente dovuto a:

  • invecchiamento
  • perdita di peso
  • aumento di peso
  • allattamento
  • perdita di elasticità
  • perdita di compattezza
  • e altri fattori

Con l’invecchiamento i seni, sottoposti ad una spinta continua verso il basso dovuta alla forza di gravità, tendono a scendere, ad allungarsi, favoriti anche da altri fattori concomitanti come la perdita di elasticità della pelle. Anche un aumento di peso, un peso eccessivo, o un calo di peso sostanziale possono portare alla  discesa del seno. Per questo motivo spesso le donne, dopo il periodo di allattamento, quando i seni ritornano alle loro originarie dimensioni, dopo essere stati sottoposti ad una continua tensione dei tessuti, lamentano che i loro seni hanno perso compattezza e / o posizione.
La mastopessi qui interviene, ed ha l’obiettivo di ripristinare forma e posizione senza aggiungere volume alla dimensione dei seni. Si possono anche ridurre le areole allargate. Il profilo del seno restituito dalla mastopessi risulta più sollevato e giovanile, frontalmente il solco mammario, le areole ed i poli superiori ed inferiori del seno tornano alle loro originarie posizioni.
Quando una paziente viene sottoposta ad un intervento chirurgico di mastopessi, il chirurgo rimodella i tessuti e la pelle in eccesso viene rimossa. L’intervento di sollevamento del seno è diventato sempre più popolare nel corso degli ultimi anni,  al punto da superare in modo significativo l’intervento di mastoplastica additiva.

Il candidato ideale per la mastopessi

Candidate ideali per la mastopessi sono le donne che non si sentono a proprio agio con i loro seni divenuti cadenti o che hanno perso forma e consistenza per una lassità sopraggiunta. La mastopessi può essere una buona opzione anche per le donne che hanno le areole ingrandite o che vogliono seni più giovanili, più compatti, turgidi e con una migliore proiezione.

Mastopessi intervento

L’intervento di mastopessi richiede da una a tre ore e viene eseguito in anestesia generale. Si tratta di una procedura ambulatoriale. Nei casi in cui fosse necessario un intervento più ampio per una maggiore rimozione della pelle, può essere necessario un pernottamento.

Tipi di mastopessi

Mastopessi ad ancora

Mastopessi ad ancora

Le donne con un grande seno o con un seno fortemente cadente richiedono una mastopessi ad ancora. In questo intervento il chirurgo plastico sposta il capezzolo e l'areola in una posizione più alta. Per fare ciò il chirurgo deve fare un’incisione sia verticale che orizzontale.
Le due incisioni danno al chirurgo una maggiore libertà nel rimodellamento del nuovo seno. Questa è un’ operazione altamente invasiva e richiede l'uso dell’ anestesia generale. In un certo senso la mastopessi ad ancora è simile alla mastoplastica riduttiva. Tuttavia, nella mastopessi ad ancora il tessuto del seno rimane intatto, solo la pelle viene rimossa.



Mastopessi verticale

Mastopessi verticale

La mastopessi verticale è per le donne con lieve o moderata ptosi mammaria.
In primo luogo, il chirurgo estetico fa un'incisione verticale a lecca lecca. L'incisione viene effettuata intorno all’areola e prosegue verticalmente dalla sua base fino al fondo del seno. Il chirurgo quindi rimuove l'eccesso di pelle lungo l'incisione. Spesso, gli strati profondi del tessuto mammario vengono suturati insieme per modellare il seno. Infine, l'areola viene fatta scorrere in una posizione più elevata e la pelle viene richiusa intorno all'areola e lungo la porzione verticale del polo inferiore del seno.
La cicatrice risultante ha l’aspetto di un lecca lecca, seppure la cicatrice intorno all’areola si confonda con essa e quindi rimanga impercettibile. La mastopessi verticale dunque consente di ridurre il rilassamento del seno e aiuta a rimodellarlo. Inoltre produce tessuti cicatriziali minimi. La mastopessi verticale richiede l'anestesia generale.



Mastopessi concentrica

Mastopessi concentrica

I chirurghi non reputano la mastopessi concentrica altrettanto invasiva quanto la mastopessi verticale. Di solito la usano su pazienti con seni più piccoli o con una caduta del seno meno importante. Durante l’intervento il chirurgo plastico disegna una serie di cerchi concentrici intorno all'areola. Delicatamente esegue dei tagli lungo tali cerchi e ne rimuove la pelle, poi spinge verso l'alto l'areola, ed infine esegue la sutura. La mastopessi concentrica produce poco tessuto cicatriziale.



Mastopessi con protesi

Sovente, è molto comune per le donne fare una mastopessi insieme ad una mastoplastica additiva così da ottenere più volume ed al contempo un seno sempre alto e giovanile. Se i seni sono caduti e si sono allo stesso tempo svuotati nell’area in cui hanno perso volume, una mastopessi combinata con un intervento di aumento del volume del seno potrebbe essere un’ottima soluzione. Fare  entrambi gli interventi contemporaneamente all’interno della stessa “sessione” chirurgica porta certamente ai risultati più ottimali, con un seno sollevato e più corposo, fornendo dando ai pazienti le massime soddisfazioni e risultati.

In preparazione all’intervento di mastopessi

Le donne che desiderano un intervento chirurgico di sollevamento del seno devono avere uno stile di vita sano, in modo che il processo di guarigione possa essere più veloce. Questo significa che devono stare lontani dal fumo per almeno tre settimane prima della mastopessi. La paziente deve essere nutrizionalmente equilibrata e non deve assumere eventuali integratori o supplementi che possano contribuire ad un eccesso di sanguinamento. I pazienti hanno bisogno di completare una serie di esami medici prima dell’ intervento chirurgico e una mammografia tenendo conto dell’età  e della storia medica familiare. Il giorno prima dell’intervento di mastopessi i pazienti dovranno fare anche una doccia con sapone antibatterico e si saranno già organizzati con qualcuno per farsi riaccompagnare a casa e per ricevere eventuale assistenza nei primi due giorni dopo l’intervento

Il giorno dell’intervento

La mastopessi viene eseguita in anestesia generale e richiede in genere da 1 a 3 ore di intervento. Viene effettuata l'incisione, la pelle in eccesso viene rimossa, il capezzolo e l’areola vengono spostati in posizione più alta ed il seno viene rimodellato. La tecnica più comune comporta un'incisione a forma di ancora; l’incisione dunque viene effettuata intorno all'areola, scende giù in linea verticale dalla zona del capezzolo alla piega inferiore del seno.

Dopo l’intervento

Dopo l'intervento chirurgico di mastopessi, per le prime 24 / 48 ore il seno sarà gonfio, livido e poco confortevole, ma il dolore andrà calando e potrà comunque anche essere alleviato con i farmaci prescritti dal vostro chirurgo. Verrà applicato un bendaggio elastico o un reggiseno chirurgico che verranno poi sostituiti da un reggiseno morbido nel giro di pochi giorni.
I punti di sutura vengono rimossi dopo circa una settimana o due. Le pazienti devono evitare di sforzarsi, di fare flessioni e sollevare oggetti pesanti. Questi sforzi possono aumentare il gonfiore e il sanguinamento. È necessario anche dormire supini, per evitare naturalmente di esercitare pressione sul torace. È possibile che la paziente avverta una sensazione di intorpidimento nell’area del capezzolo. Questa desensibilizzazione del capezzolo può richiedere del tempo perché torni alla normalità. Le incisioni risultano rosa o rosso e increspate nei primi mesi dopo l'intervento chirurgico di mastopessi. Creme e massaggi aiutano rendere il loro colore più naturale.

Mastopessi e periodo di guarigione

Durante il periodo di guarigione dopo un intervento di mastopessi la paziente a casa dovrà seguire alcune raccomandazioni:

  • Bere molta acqua
  • Prendere farmaci per il dolore come ordinato dal medico
  • Mangiare in regime alimentare sano
  • Prendere almeno una settimana di riposo dal lavoro
  • Astenersi da rapporti sessuali per almeno due settimane dopo l'intervento chirurgico
  • Controllare la temperatura corporea di tanto in tanto
  • Evitare di sollevare qualsiasi cosa sopra la testa per circa tre o quattro settimane
  • Avere un amico o un familiare che si prenda cura degli animali domestici

Dovrà chiamare immediatamente il medico se si verificano queste complicazioni:

  • Se c'è febbre sopra i 40 gradi celsius
  • Se vede sangue nelle urine e / o nelle feci
  • Se insorgono improvvisamente lividi, gonfiori, o oscuramento della pelle
  • In caso di convulsioni, vomito incontrollabile o improvvisa perdita di coscienza
  • Se il gonfiore viene accompagnato da dolore

Tornare alla normalità è un processo graduale. Il chirurgo estetico dà le istruzioni dettagliate alla paziente per riprendere le sue normali attività. Se la paziente rimane incinta, la mastopessi non dovrebbe pregiudicare la capacità di allattare in quanto i condotti del latte vengono lasciati intatti. In caso di qualsiasi sintomo insolito, contattare il proprio chirurgo.

Mastopessi rischi

Sebbene gli interventi di mastopessi vengano eseguiti all’ordine del giorno e da molti anni questa procedura sia presente nel mondo della chirurgia estetica andandosi nel tempo sempre più a perfezionare, è importante rendersi conto che ci sono ancora rischi e complicazioni potenziali annessi, così come per tutti gli interventi di chirurgia plastica. Col passare del tempo inizierete a notare che la cicatrice gradualmente diventa del colore dell’areola, ma non scompare del tutto. Il più comune di tutti gli effetti collaterali e rischi della mastopessi è il sanguinamento e l'infezione. Questo è il motivo per cui è di fondamentale importanza per i pazienti comunicare immediatamente con il loro chirurgo su eventuali preoccupazioni che possano avere.

Quanto costa una mastopessi

I costi della mastopessi dipendono dal tipo di procedimento utilizzato. Più tempo richiede l’intervento e più i costi si alzano. Di solito, la mastopessi con incisione ad ancora è quella più cara. Inoltre anche l’esperienza del chirurgo viene conteggiata nel costo della mastopessi. Mediamente in Italia i costi di una mastopessi variano dai 5000 euro agli 8000 euro. Questa differenza di costi è giustificata dal fatto che la mastopessi può essere accompagnata da altri interventi chirurgici, come nel caso di una mastopessi additiva in cui ad una mastopessi si associa anche un intervento di aumento del seno con impianto di protesi mammarie: la combinazione dei due interventi sposta le spese verso le soglie medio alte del range dei costi di mastopessi.

Mastopessi domande frequenti

Come faccio a sapere se la mastopessi è l’intervento giusto per me?
La mastopessi è un intervento chirurgico altamente individualizzato e si dovrebbe fare per se stessi, e non per soddisfare i desideri di qualcun altro o per cercare di adattarsi a qualsiasi tipo di immagine ideale. È necessario avere delle aspettative realistiche dall’intervento. La mastopessi è ben indicata per quelle persone che hanno una percezione di disagio dovuta a:

  • l'abbassamento dei seni
  • seni che hanno perso forma e volume
  • seni appiattiti
  • seni che hanno assunto una forma allungata e sono penduli
  • pelle del seno lassa
  • areole allargate

solo per citarne alcune.
Può la mastopessi cambiare il volume del seno?
La mastopessi non modifica in modo significativo le dimensioni del seno. Se si desidera che il seno appaia più pieno o più piccolo, si può prendere in considerazione l’intervento di aumento del seno (mastoplastica additiva) o riduzione del seno (mastoplastica riduttiva).
Quanto tempo durano i risultati della mastopessi?
I risultati finali della mastopessi richiederanno mesi per essere apprezzati pienamente, in quanto forma e posizione del seno continuano a stabilizzarsi nel tempo. Le linee di incisione sono permanenti, ma nel tempo anch’esse miglioreranno e andranno a scomparire. I risultati finali della mastopessi saranno di lunga durata. Nel corso del tempo naturalmente il seno può continuare a cambiare perché la mastopessi naturalmente non ferma il processo di invecchiamento né impedisce alla gravità di continuare ad esercitare la sua forza. Sarà più facile mantenere il nuovo aspetto più a lungo se verranno evitate oscillazioni di peso e sarà seguito uno stile di vita sano. Le donne che insieme alla mastopessi hanno inserite delle protesi al seno possono trarre benefici di maggiore longevità dei risultati.
Quanto tempo è richiesto per un intervento di mastopessi?
Nel corso degli anni la mastopessi è diventata molto popolare ed è stata anche perfezionata, al punto che oggi è incredibilmente avanzata. I chirurghi estetici hanno l'assistenza di alcune tecniche e strumenti che consentono loro di eseguire questa procedura in un centro ambulatoriale in circa un'ora.
L’intervento di mastopessi è più o meno doloroso di una mastoplastica additiva?
Questa è un’ottima domanda, ma può essere risposta solo dalle persone che hanno avuto entrambi gli interventi. Mentre la mastoplastica additiva prevede l'inserimento di un oggetto estraneo nel corpo, le mastopessi non lo fanno. Entrambi gli interventi possono essere eseguiti insieme comunque.
La cicatrice della mastopessi resterà visibile a lungo?
No. Le cicatrici chirurgiche nell’areola tendono a sbiadire nel tempo nel colore del capezzolo stesso. Quanto velocemente avviene questo processo però dipende in ultima analisi dal paziente, da quanto velocemente il suo corpo riesce a guarire e da come sono state osservate le raccomandazioni del chirurgo plastico.
Qual’ è la differenza tra una mastopessi e una mastoplastica riduttiva?
La mastopessi viene eseguita quando il seno è sceso nel tempo a causa di vicissitudini o eventi della vita come una gravidanza, una perdita di peso o semplicemente con l’invecchiamento, mentre la mastoplastica riduttiva viene generalmente eseguita per ridurre le dimensioni dei seni che se troppo grandi possono essere causa di dolore e disagio fisico e / o psicologico.

Mastopessi prima e dopo

Seno cadente, prima e dopo mastopessi

Mastoplastica additiva - Seno cadente prima dopo intervento

Mastopessi prima e dopo